Previsioni e Speculazioni su La Desolazione di Smaug : come procede e dove e quando finisce?


Nel presente articolo ci sono elementi d’appunto che anticipano il contenuto narrativo del film. Chi scrive l’articolo non ritiene che le anticipazioni, specialmente al di fuori di una sceneggiatura non originale, siano un impedimento al pieno godimento del film in sala, di conseguenza nel testo non ne farà discreta parsimonia. 

E’ tempo di previsioni su come sarà articolata la sceneggiatura de La Desolazione di Smaug. Perché vale la pena scrivere di questo aspetto?

Aggiornamento del 5 dicembre

  • Il B-roll, tra i vari ciak, ne mostra uno che potrebbe fare luce su la separazione dei Nani (come segnala Andrea Piazza, che ringraziamo). 4 di loro potrebbero essere diretti ai Colli Ferrosi e chiamare a raccolta i Lungobarbi di Dain. Infatti Bard e un suo confidente che conosce le strade del nord rimangono perplessi da una via intrapresa, troppo orientale per la Montagna. In questo caso si eliminerebbe uno scomodo elemento della narrativa tolkieniana (i Corvi Imperiali, che favellano).
    Tuttavia l’idea non è scevra di criticità: se davvero Thorin volesse l’intervento del cugino e del suo esercito, perché non farlo sapere alla cittadinanza? Sono meglio 2000 nani armati o 13+1 spericolati alla ventura? E’ altresì possibile che Thorin abbia informato della cosa solo il governatore e alcune autorità, per ottenere maggiore confidenza: potrebbe essere proprio un diversivo, un inganno, per rassicurare gli astanti. Bard e il cittadino non fanno menzione, difatti, che solo parte della spedizione si avvia verso Est: questo si risolve o con l’ammissione che tutti fingono di andare a Est, suscitando in Bard ignaro delle confidenze col Governatore una naturale perplessità, oppure solo considerando che i 4 partono in un momento significativamente successivo. Quest’ultima affermazione avrebbe poco senso: il tragitto di Dain, se fosse un proposito da subito per Thorin, dev’essere affrettato il più possibile, perché i Colli Ferrosi sono lontani. Tuttavia sappiamo che non tutti i Nani arrivano alla Montagna.
    Quindi, l’ipotesi più probabile è che la non specificazione della comitiva nella sua parzialità, sia dovuta al viaggio della maggioranza. Thorin, e i suoi ora 10 dieci compagni, fingono di andare verso Est, consci che Dain ha già rifiutato (vedi discussione in Casa Baggins, tradotto erroneamente con “I Durin sono con noi?”, sarebbe “Dain è con noi?”) fin quando un Drago dorme sul Tesoro di Thròr.

Aggiornamenti del 3 Dicembre:

  • La clip rilasciata su EW evidenzia come Tauriel sarà una disertrice, nell’inseguire i Nani. Dunque Legolas e la capitana arriveranno alla Città-del-Lago senza altro seguito e non faranno le veci di Thranduil.

Aggiornamenti del 30 Novembre:

  • Il film è stato valutato con un tempo complessivo di 2 ore e 41 minuti. La scaletta finale rimane valida in proporzione, pur sforando di qualche minuto.
  • La traccia A Spell of Concealment (Un Incantesimo di Copertura) potrebbe indicare, non soltanto l’abilità portinaia dei Nani sull’entrata secondaria, ma anche la liberazione di Gandalf dalla prigionia a Dol Guldur grazie all’azione congiunta di Radagast e Beorn.

Perché un film va giudicato sia sugli obiettivi che si pone, sia per come li persegue. Uno spettatore che non abbia un’aspettativa calzante sugli intenti del regista fin nella forma, o che gli stessi non gli risultino palesi durante la visione, difficilmente sopporterebbe variazioni sull’opera da cui è tratta la trasposizione cinematografica, anche qualora nel linguaggio del grande schermo fossero indovinate. E’ già accaduto l’inverno scorso con Un Viaggio Inaspettato, quindi c’è da aspettarsi che, a fronte di altre significative variazioni nel secondo capitolo, qualcuno storcerà il naso senza neanche interrogarsi sulla bontà (o la necessità) delle medesime.

L’articolo è in questo senso un invito ad arrivare preparati, per poter poi in sala giudicare il valore del film al di là di quanto sarà dissimile dal proprio immaginario in alcune sue parti. L’evento live in video-conferenza trasmesso da Wellington, New York, Londra e Los Angeles per i fan in tutto il mondo, unitamente alla appena precedente uscita della scaletta della colonna sonora, ha portato una considerevole mole di novità. Il materiale video mostrato consistono, oltre che del 12° videoblog di dietro-le-quinte e di un trailer sneak peek, di più 20 minuti di scene in assoluta esclusiva per chi ha seguito dalle sale (prontamente riassunto dopo poche ore da TheOneRing) : materiale tale da considerarsi una vera e propria parte del film, anche se è tutt’altro che assodato un montaggio definitivo.

Prima di cominciare le speculazioni vere e proprie, si ricorda che tali comunque rimangono, dedotte e indotte e quindi contestabili: l’autore non dispone di nessuna informazione riservata. [Nel contempo si fa presente anche con discreta compiacenza che nell’occasione di Un Viaggio Inaspettato e circa con il medesimo anticipo sull’uscita in sala, le previsioni sulla trama maturate nel confronto tra l’autore e altri utenti del sito di cui segue si sono dimostrate enormemente più affidabili che non quelle dei principali siti anglofoni d’informazione dedicata.]

Se preferite non leggere tutto l’articolo nel dettaglio, potete già saltare alla sintesi, ma attenzione all’ultimo paragrafo.

Per le notizie e più in generale le fonti si ringrazia vivamente lo staff di Hobbitfilm.it per l’impagabile ed instancabile lavoro. Dove non altrimenti specificato, ci si rifà ai loro articoli. Di qui in avanti, iniziano le previsioni ordinate come suggerito dalla colonna sonora nella cronotassi dell’intreccio e raffrontate ai capitoli de Lo Hobbit.

CONTINUA  A  PG.2  >>

12 pensieri su “Previsioni e Speculazioni su La Desolazione di Smaug : come procede e dove e quando finisce?”

  1. Direi di partire da un presupposto, ossia che non c’era altra scelta se non quella di condensare molti anni di storia di Arda come ha fatto Jackson in un periodo di tempo più breve: troppi avvenimenti, troppo tempo intercorso tra un fatto ed un altro, e direi che (per adesso) sembra che la sceneggiatura sia stata pensata più che bene. Sia per quanto concerne la Pace Vigile, che la trama di DG, che la dinastia di Durin: un film deve aver una storia capibile senza troppi sbalzi temporali (così come fece Jackson in ISDA, tra la festa di Bilbo e la partenza di Frodo nel libro passarono 15 anni mi sembra), anche perchè un film deve essere impostato sia per le persone che hanno letto e sia per le persone che non hanno letto il libro.

    1) Trasformazione di Beorn: da quello che si evince dalle scansioni uscite pochi giorni fa, Beorn dovrebbe trasformarsi per collera, per cui potrebbe essere cosciente dopo la trasformazione, ma non così tanto come in forma umana. Probabilmente Beorn farà visita a DG, sarà infatti lui ad esortare Gandalf a lasciare i nani per indagare sulla presenza maligna di DG: Mikael due anni fa parlò di una scena di tortura, potrebbe anche catturare un orco e farsi dire qualcosa, ancora non lo sappiamo.

    2) Gandalf probabilmente dopo aver sentito le grida si addentra a DG per accertarsi della presenza di Sauron, non credo pensasse di trovare Thrain all’interno della fortezza. Son d’accordo sul fatto della perdita del cappello, dovrebbe essere successiva all’attacco del Nano. Una cosa molto intrigante sarà la lotta mentale che affronterà Gandalf, e spero vivamente verrà messa in risalto, vedendo il Grigio sferrare colpi a vuoto come conseguenza di illusioni create da Sauron. La magia nel mondo Tolkieniano/Jacksoniano è sempre stata mostrata ad un altro livello rispetto le altre opere: Sauron, quando inviava i suoi eserciti, li facilitava dalla presenza dell’oscurità mandata da lui stesso, Gandalf utilizzava il fascio di luce per respingere i Nazgul alle porte di Minas Tirith, Saruman faceva crollare il fianco della montagna a Caradhras: mi stupirei se ne Lo Hobbit si risolvesse tutto in uno scontro di semplici magie. Questo (presunto) combattimento mentale invece, mi fa ben sperare.

    1. Il soprannaturale in Tolkien è discreto, cioè rispettoso del naturale. Quando l’intervento è decisivo (resurrezione di Gandalf), il soprannaturale coincide con la Grazia. D’altronde i miracoli per Tolkien non erano fascinazioni “una tantum”, ma mirabili accadimenti quotidiani.

      L’amicizia di Sam è soprannaturale nel naturale, è qualcosa di magnifico, di impensabile, ma al servizio della realtà di due amici: per questo ci rimane più impressa della lotta sul Celebdil tra Gandalf e il Balrog.

      Jackson ha dimostrato più volte di saper non abusare di stereotipi o anche prototipi originali in cui tutto il soprannaturale diventa inutile pirotecnia magica. Lo scontro tra Gandalf e Sauron è sempre stato un problema di conoscenza, lo stesso dicasi con Saruman, non di possanza e qui credo proprio che potremo gustarne un altro episodio.

      Grazie, Andrea, del bell’intervento!

  2. Prologo.

    Credo quindi che siamo d’accordo sul fatto che per Cerca di Erebor si intenda il periodo di tempo che parte dal ricevimento della chiave e della mappa di Gandalf da parte di Thrain, proseguito poi con il ritrovo di Thorin, Casa Baggins, ecc. Ora, preso e considerato il fatto che Gandalf non sia mai stato a DG prima di Radagast, visto che trovando Thrain morente e abbandonato qualcosa avrebbe sospettato su Sauron molo tempo prima, cosa invece rinvenuta solo dopo Radagast (sono dell’idea che per “fortezza abbandonata” il Grigio intenda abbandonata dagli Elfi Silvani poi spostatisi a Nord), l’interrogativo che mi pongo è: dove ha ricevuto Gandalf chiave e mappa? Nelle miniere? Impossibile, Thrain era già scomparso; che Jackson abbia messo insieme l’incontro con Thrain con quello di Thorin a Brea prima che partissero per Moria (magari senza farsi vedere da Thorin, che avrebbe potuto parlare di ciò a suo nonno Thror, quel tempo ancora in vita. A casa Baggins Thorin si stupisce del fatto che Gandalf abbia la chiave, non del fatto che la chiave gliela abbia consegnata il padre)? Chi lo sa, magari Thrain dopo Moria intendeva partire per Erebor e per sicurezza avrebbe consegnato la chiave allo stregone, potrebbe essere una risposta anche del perchè Gandalf fosse andato a cercare Thrain proprio a Moria (chi non ha letto il libro se lo domanderebbe di certo). La chiave deve esser stata consegnata quindi “per sicurezza” in un momento sicuramente antecedente la Battaglia di Azanulbizar, e l’unico posto che mi viene in mente è proprio Brea.

  3. Per quanto concerne l’età di Thrain:

    Ovviamente facciamo sempre fatica a fare delle supposizioni da questo punto di vista perchè non sappiamo l’età di Thrain ai tempi della Distruzione di Erebor ma da ciò che si evince dal film è che la Montagna è stata conquistata dal drago 60 anni prima della cerca(nel film), per cui la Battaglia di Azanulbizar avviene massimo 59 anni prima della Cerca, il che potrebbe presupporre che Thrain sia ancora in vita ai tempi delle perlustrazioni di Gandalf e Radagast. Ora nel libro quanti anni aveva Thrain ai tempi della distruzione di Erebor? Non mi sembra avesse un’età esagerata, anzi, per cui dal punto di vista del film lui potrebbe benissimo essere ancora in vita a DG no?

  4. Dol Guldur:

    A DG Gandalf vedrà cose che non ci saranno o che non appaiono come tali: l’occhio infuocato può benissimo essere una visione del Grigio indotta da Sauron come monito del suo ritorno: come abbiamo detto precedentemente Gandalf nella CDA già sapeva della forma “oculare” di Sauron (discussione tra Saruman e Gandalf ad Orthanc), per cui deve per forza averne avuto delle prove precedentemente, e quella di DG è un’occasione perfetta proprio perchè il Grigio riscopre Sauron in potenza e non più solo in atto.

  5. Non avevo pensato al fatto che Bilbo fosse potuto entrare 2 volte ad Erebor come nel libro, pensavo PJ avesse condensato il tutto in un’unica entrata: di certo la Tracklist sembra confermare le 2 entrate (con mio sommo piacere, “Notizie dall’interno” e “Un ladro e un bugiardo”), inoltre, da ciò che si evince dai trailer, sembra ci siano 2 attacchi del drago, perchè in entrambi è presente Thorin: nel primo attacco è presente insieme a Lo Hobbit e gli altri Nani, nel secondo è da solo, mentre salta verso (presumibilmente) il Fiume Fluente. Oltretutto, dall’illuminazione esterna (momento dell’inquadratura di Balin e dei Nani), in un’inquadratura (1) sembra che sia giorno (“Quello, ragazzo mio, era un drago”), nell’altra (2) sembra sia sera o notte inoltrata, è comunque differente dalla prima e non penso sia una conseguenza della post-produzione (“Il suo nome è Bilbo”): dunque penso che la (1) sia la conseguenza della prima entrata di Bilbo (questo spiegherebbe il clamore dei nani, stupiti dal terremoto), mentre la (2) della seconda entrata.

    Non ho capito una cosa: come mai hai pensato al fatto che i nani si arrendano e abbandonino Thorin. E’ una tua supposizione o hai notato qualcosa in qualche fotogramma? Non è che Thorin, preso da un ritrovato senso di lealtà (dovuto forse alle parole di Balin), non voglia andar a aiutare Bilbo, distraendo il drago prima e tuffandosi nel fiume poi?

    1. La separazione la suggerisce l’impostazione tragica dell’animo di Thorin e lo sgomento dei Nani, i quali Bilbo scongiura di non abbandonare l’impresa. Corrobora questa possibilità la separazione tra Sam e Frodo in “Il Ritorno del Re” di Jackson: spesso esaspera il dramma e lo porta al limite dell’impensabile.

      Come detto, che siano due ingressi è pressoché indubitabile per i due momenti diversi (e naturalmente lo si deduce dall’illuminazione).

  6. Però non son ancora del tutto convinto delle 2 entrate, non lo so. Negli ultimi trailer mi sembra che le illuminazioni esterne alla porta secondaria siano simili tra loro, oltretutto “Notizie dall’interno” può benissimo coincidere con il terremoto provocato dal Drago, i titoli delle tracce sono molto, molto vaghi.
    Una cosa che mi fa pensare alle due entrate è il fatto che Bilbo, nel fotogramma in cui si vede parlare con Smaug, è fermo, quasi paralizzato dalla paura, mentre negli altri fotogrammi lo hobbit è in fuga (probabilmente una conseguenza del risveglio del drago). E’ in due stati d’animo differenti: il primo è uno stato colto da paura frenetica (probabilmente vede il drago in tutta la sua enormità, ora che è scoperto dalla montagna d’oro, pensa che sia addormentato nuovamente ed invece “Allora, ladro…ecc”), nel secondo è chiaramente in movimento e mi viene difficile pensare che in un tentativo di fuga verso l’uscita secondaria Bilbo decida di voltarsi e di instaurare un dialogo col drago.

  7. Ah domanda off-topic: da quello che hai letto di Tolkien, come lo rappresenteresti il Negromante? Come uno spettro, come un’ombra, una creatura umanoide?

  8. Per quanto riguarda l’arrivo a casa di Beorn:

    1) come abbiamo visto vengono inseguiti da un orso gigantesco, riescono ad entrare a casa e a fatica riuscire a chiudere la porta lasciando la bestia all’esterno;

    2) passano la notte dentro casa sua (lì dentro sono al sicuro, come dice Gandalf nel libro, ma non devono assolutamente uscire). Spero davvero che PJ mostri il risveglio di Bilbo nel cuore della notte, mentre tutti dormono, e senta i suoni gutturali ed il continuo ringhiare di quello che sembra un orso all’esterno della casa, con il grattare insistentemente sulla porta: sarebbe davvero un’immagine iconica secondo me, e trasmetterebbe davvero la paura dello hobbit (come immagino quella di ognuno di noi) nel trovarsi solo in una casa al limitare del bosco, di notte, con un orso all’esterno;

    3) la mattina dopo Gandalf e Bilbo (si vede su una foto dal Set) escono dalla porta e si dirigono nel cortile dove trovano un uomo alto circa 2 metri e mezzo che taglia la legna. Nella foto noi vediamo solo Gandalf con il piccolo Bilbo che si nasconde dietro di lui: cosa significa? (1) Che la presentazione “a 2 per volta” potrebbe benissimo esser presente, con i primi 2 che sono appunto Bilbo e Gandalf (trovarsi di fronte 15 persone in un colpo farebbe adirare tantissimo Beorn, e sappiamo che ad un aumento di collera dovrebbe corrispondere la trasformazione dello stesso): Gandalf a casa Beorn potrebbe aver spiegato ai nani di arrivare, appunto, a 2 per volta, per sicurezza; (2) i nani potrebbero aver aspettato Gandalf e Bilbo all’interno della casa in attesa del convincimento di Beorn da parte dello stregone (parlando di Azog, Beorn decide di aiutarli), senza la presentazione che conosciamo: potremmo trovarci di fronte ad una scena abbastanza divertente in cui Beorn entra in casa insieme a Gandalf e Bilbo e vede i nani bere dai suoi boccali e mettere un po’ sottosopra casa sua, una scena così ci starebbe davvero;

    4) una volta entrati con l’anfitrione, cominciano a parlare di DG, degli orchi e di Azog (il Pallido aveva sterminato la sua stirpe nelle montagne, Beorn era riuscito a scampare dalla tortura arrivando nelle terre selvagge), forse con qualche accenno a Thrain o alla cerca e del perchè Gandalf aiuta i nani;

    5) arriva la notte, e penso che solo in questo momento Beorn si diriga a DG per verificare di persona della presenza maligna: qui probabilmente avremo un faccia a faccia con Bolg (nella descrizione dell’orco, si dice che sia torturatore e carceriere della fortezza, senza paura finchè non incontra una controparte inaspettata), qui gli orchi tenteranno un agguato a Beorn, e probabilmente vedremo una scena di battaglia tra il berserkr e gli orchi (con probabile trasformazione, visto il probabile aumento di collera o l’avanzar della battaglia). Probabilmente Beorn viene messo in fuga dall’arrivo di Sauron, come successe a Radagast;

    6) la mattina dopo Beorn esorta Gandalf ad abbandonare la compagnia per prendere in considerazione in maniera più drastica l’ascesa del male a DG: riempie quindi di provviste i nani (e di consigli su Bosco Atro), di pony (con l’obbligo di farli tornare indietro) e di archi.

    7) Gandalf riconsegna il cavallo a Beorn ed è forse qui che vedremo i 2 assieme da soli come nelle foto del calendario: forse ci sarà anche l’aggiunta di Radagast, visto che lui e Gandalf andranno a DG assieme e in una foto vediamo Gandalf in cima alla slitta insieme all’altro Istaro.

  9. in effetti è molto interessante questo dato

    secondo me si tratta di un prologo, non potrebbe essere altrimenti. perchè Gandalf è con i Nani in quel momento. boh , staremo a vedere

Facci sapere cosa ne pensi, ma pensaci bene. ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...