Critica a La Desolazione di Smaug


La critica, non la recensione, di Meditazioni Tolkieniane su Lo Hobbit – La Desolazione di Smaug. Con la presente, si prosegue quanto cominciato in forma più sintetica con la critica al primo capitolo Verso la Casa sempre Attesa e in forma più approfondita e specifica  nell’Opuscolo.

“Gli appassionati di poesia possono tranquillamente studiarne l’arte, ma coloro che cercano tracce della storia devono badare a non essere soverchiati dallo splendore della Poesia.”

[Beowulf: mostri e critici, 1936, Il medioevo e il fantastico, traduzione Bompiani]

Beowulf e il Drago, John Howe

La storica conferenza di Tolkien, letta 10 mesi prima della pubblicazione de Lo Hobbit, dell’esposizione del suo Drago, suggerisce l’aspettativa esaudita dal secondo film della seconda trilogia di Peter Jackson. Lo Hobbit – La Desolazione di Smaug, nella sceneggiatura tanto divergente dai testi che quasi incoccia, o forse sì, in ostacoli insormontabili se si tenta di rintracciare gli episodi narrati tra le pagine dei testi, nondimeno splende sia di luce propria, di una poetica propria, sia del riflesso diretto di quella tolkieniana.

Ammetto, che per la maggior parte del tempo ho guardato il film con quello “spirito dello storico” che Tolkien denunciava essergli proprio. Se i critici del Beowulf vedevano il poema principalmente come un deposito d’informazioni sulla storia nordica (per la disapprovazione del Professore e la sua magistrale confutazione), io sono spesso caduto nella tentazione di valutare il film di Jackson, durante e dopo la visione, come fonte dell’annalistica della Terza Era e come copia di un eventuale diario di viaggio di Bilbo, io che tutti mettevo in guardia su questa tentazione. Se questo paragone tra storia sub-creata e storia primaria non è lecito, essendo la prima già di per sé letteraria, doveroso è invece giudicare il valore del film, intrinseco e ispirato, partendo anzitutto dal film. Badando da principio a non essere soverchiato, mi sono invece arreso abbastanza presto.

Si rimanda allo Speciale di AVMagazine per la trattazione dei fondamentali audio-video del film attraverso le migliori proiezioni in Italia.

Annunci

4 pensieri su “Critica a La Desolazione di Smaug”

  1. Complimenti per la bella critica: scritta bene, chiara e piacevole. Mi ha fatto piacere poter leggere alcuni spunti di riflessione cui non ero giunto (ho visto il film oggi e devo ancora interiorizzarlo). Grazie per il servizio.

Facci sapere cosa ne pensi, ma pensaci bene. ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...