Dialoghi in neo-Khuzdûl et al. di UVI


Dialoghi Khuzdûl da Un Viaggio Inaspettato

Si ricorda che l’intento di ricostruire il Khuzdûl impone di esulare dal solo materiale lasciato da Tolkien, troppo esiguo per costituire un linguaggio compiuto. Molto di ciò che è nel film è un’invenzione di Salo, pur consistente. Un’analisi rigorosa, dal poco materiale noto, risulta impossibile, ma dove è richiesto uno sforzo interpretativo si annotano le motivazioni al meglio consentito. Alcune di tali interpretazioni sono nostre originali.

0.    Prologo, ad Erebor

La prima frase in assoluto di Un Viaggio Inaspettato nei linguaggi di Tolkien è un ordire di Thorin in conseguenza dell’assalto del Drago, quando la Porta Principale viene scardinata. La battuta non è rilasciata, purtroppo, e non è presente nei glossari di Salò, né è stata discussa dai Fabbri su Elendilion, ma qualcosa si può desumere dal contesto e dalla pronuncia. Il risultato potrebbe avvicinarsi a:

[NON RILASCIATO]

¿Dekâr! forseIn riga!/Mantenete le posizioni!?

Sarebbe facile notare la somiglianza col sostantivo noto bekâr (“armi”), sembra però inequivocabile l’alveolare [d] all’inizio di parola, per cui accomunarli non ci convince.

Thorin-Porte

1.    A casa Baggins

Bifur (nel film) ha una menomazione per la quale è diventato neuroleso, inabile a parlare altre lingue dal Khuzdûl. Apparecchiando la tavola, il Nano mostra orgogliosamente la ferita di guerra al padrone di casa, Bilbo, che rimane interdetto fino alla spiegazione di Glòin. Bifur si riferisce a sé stesso:

Bifur-ferita

Bifur
Khuzd belkur!”  ovvero “Possente Nano!

Poi, nel conteggio dei Nani, lo stesso Bifur si rivolge a Gandalf, fugando i suoi dubbi sull’unico assente, mentre batte sull’avambraccio. Sembra di capire queste parole (non rilasciate dalla corrispondenza con Salo) dalla voce del Nano:

Bifur-Thorin

[NON RILASCIATO]

¿Payâna. Aimâ ut kari ba!?

Gandalf ne conviene, poi parla con Dwalin di Thorin, in ritardo. Il riferimento del gesto di Bifur, stando al dietro-le-quinte (contenuti speciali dei Dvd/Blu-Ray), è allo Scudo-di-Quercia, così la frase dovrebbe significare approssimativamente, per l’appunto:

¿Solo il nostro grande capo non è con noi“.?

Seguono le esclamazioni di Thorin, dapprima sedando le rumorose lamentele dei compagni:

Thorin
Shazara!  ovveroSilenzio!

Poi, rinvigorendo il loro animo:

Du Bekâr! Du Bekâr!”  ovveroAlle armi! Alle armi!

Du Bekar

2.    Ad Azanubilzar, racconto di Balin:

Altro grido di guerra non rilasciato, è quello di Thorin dopo aver mutilato Azog, pronunciato nel mentre che l’Orco Pallida viene trascinato in Moria e appena prima della carica. Per ora non abbiamo idee tangibili sul significato della parte sconosciuta, forse tarâg (“barbe”), se la trascrizione è corretta, è un appello per l’esercito di Thorin, giacché i Lungobarbi sono in Khuzdûl chiamati Sigin-tarâg: se poi mim è correlato in qualche modo al Nanerottolo rinnegato della storia di Tùrin, si può azzardare qualcosa come “riverso, depresso, rattrappito”.

Thorin-Azanubilzar

[NON RILASCIATO]

¿mim nu tarâg.(?) Du bekâr!
forse correlato a
¿Non (più) riversi sulle barbe!(?) Alle armi!
oppure a
¿“Non (più) piegati, o (Lungo)barbi!(?) Alle armi!”

3.    In Eriador : scappando dai Cavalcalupi, Thorin, vedendosi accerchiato:

Thorin
Ithrikî!” ovvero(State) Fermi!

Ithriki

3.    A Rivendell : all’arrivo dei cavalieri di Elrond

Thorin
Ifridî bekâr!ovveroPreparate le armi!

Ifridi Bekar

4.    Nelle gallerie degli Orchi:

Udamai

(della collocazione precisa nel copione non siamo sicuri)

Thorin
Udâmai!” ovvero
“Compagni!”

——————————————————————————————————————–

Altre frasi e parole dal film

Ci sono poi anche delle frasi comparse nei libri dedicati al film, con riferimento a The Hobbit: An Unexpected Journey Chronicles. Creatures and Characters .

Gelekh d’ashrud bark.”  – “E’ l’ora di agitare un’ascia.”
Nê ikrid ûdar.” – “Mai fidarsi di uno Stregone.”  [p. 80]

“Ikhf’ id-ursu khazâd.”  –  “Prova il fuoco dei Nani.”
“Imrid amrad ursul!” – “Muori di una morte di fiamme!”
[p. 97]

“Nê ikrid alfer.”  –  “Mai fidarsi di un Elfo.”  [p. ?]

Alcune anche state rivelate nel videoblog del Luglio 2011 dagli attori che interpretano i Nani, in particolare da Adam Brown (ovvero Ori) e naturalmente da William Kircher (Bifur).

Ci sono infine alcuni poster rilasciati dalla pagina Facebook del film (parole Khuzdûl del mese) che offrono sia parole prese dalla HoME, sia costruzioni di Salò.

– aznâg “coraggio”;
– aznân “oscurità”; radice Z-N [HoME IX, p.466]
– azrâd “magia”;
– banô “tesoro”;
– bark “ascia”; cf. baruk, “asce di” [HoME VII, p.20], Baruk Khazâd! “Asce dei Nani!” [Appendice F a Il Ritorno del Re];
– belgond “giuramento, promessa, impegno”;
– belkîn “fortezza”;
– gund “grotta”; cf. gundu, “aula, salone sotterranei” (dalla radice gunud) [HoME XII, p.352];
– urd “montagna”; cf. Sindarin orod;
– sigin-aimu “(lungo) viaggio”;
– zul “birra”.

<< TORNA  ALL’INDICE

Advertisements

12 pensieri su “Dialoghi in neo-Khuzdûl et al. di UVI”

  1. Complimenti per il lavoro svolto sin qui, senza dubbio non facile per via dell’esigua disponibilità di materiale. Senza dubbio le interpretazioni sono molto concernenti alle determinate scene, e in particolare la traduzione di ¿“mim nu tarâg.(?) Du bekâr!” è molto interessante 🙂

  2. Adoro questo tipo di studi. Guardando i film, mi è dispiaciuto molto non poter capire tutte le battute in lingua, senza contare che alcune erano tradotte male (come Legolas che, riconoscendo la spada portata da Thorin, vi si riferisce con: “questa è un’arma forgiata dalla mia gente” -o qualcosa di simile, sto andando a memoria-, quando invece lo si sente chiaramente dire che è di “Gondolin”).
    Complimenti vivissimi!

    1. Bravissimo, Luinmir, avresti l’orecchio per darci una mano. 😉

      Con la Desolazione arriveremo dopo l’Epifania. Dobbiamo ancora visionare in film in alcune super-strutture italiane e ne approfitteremo per inserirci nel dialogo con la Gwaith, se potremo.

      1. Ti ringrazio, ma la mia conoscenza è davvero basilare e non oso intromettermi in questioni linguistiche… almeno ora come ora! Continuerò a seguire le successive traduzioni con interesse.

  3. bello! è fantastico vedere cose di questo genere. bravi tutti, specie perché Tolkien non ha mai approfondito la questione “linguaggio nanico”. i nani sono divisi in 7 popoli, ma il Prof. descrive chiaramente solo i Lunghebarbe di Durin. il linguaggio nanico, se non erro, deriva da quello che Aule il Fabbro inventò per i sette Padri dei Nani.

  4. Guardando il blog di Salo ho scoperto alcune cose sul Neo-Khuzdul.
    Il prefisso id- segnala l’accusativo, e si agglomera al nome quando questo inizia in consonante.
    Credo che “Ifridî bekâr!” sia in realtà “Ifrid ib-bekâr!”.

    Riporto direttamente le parole di David Salo dal suo blog Midgarsmal rintracciabili a questa pagina: http://midgardsmal.com/category/khuzdul

    […]The prefix is (in theory) id-, and appears as such before a word beginning with a vowel (e.g. id-urus “the fire”) but it appears assimilated to following stops, e.g. ib-bekâr “the weapons.” Whether it assimilates to other types of consonants I’m not yet sure; probably it does assimilate to nasals (m, n) but not to liquids or glides (l, r, y).!”[…]

    1. Mi ero posto il problema, ma in realtà la sillabazione di Armitage non mi sembrava lasciare incertezze. Quello che succede è che nella corrispondenza con Salo, la Gwaith ha trascritto la traduzione come “Ready weapons!” che può certamente essere un imperativo di un verbo transitivo, ma “weapons” anche il soggetto del corrispettivo italiano passivo, ovvero “(Siano) pronte le armi!” quasi un verbo aggettivato. “Prepare, approntare” è quasi più una mia scelta di traduzione libera.

      Dopo il tuo appunto l’ho riascoltata e, come verdetto, non riesco in realtà a pronunciarmi: ho anche riascoltato l’audio rallentato, ma niente, può anche esserci una “b” quasi muta nell’ordine di Thorin. Cercheremo di approfondire con i Fabbri. Grazie! 🙂

  5. Scusate la mia ignoranza in termini di politica filmistica… ma mi chiedevo se sia verosimile che D.Salo pubblichi, prima o poi, lo script dei dialoghi in Neo-Khuzdul e nelle altre lingue… o resterà sempre segreto e solamente deducibile ? 🙂
    E’ forse per potenziali problemi di copyright che non lo ha ancora pubblicato sul suo blog ?
    (Spero non sia una domanda troppo ingenua ma non posso fare a meno di chiedermelo…)

  6. Lo scrivo solo per dovere di cronaca, ma ancora l’anno passato sul tubo si trovava spesso questa frase: “Mem no Thror, Du Bekar!” e venina attribuita all’urlo di Thorin che scagliava dopo aver tagliato il braccio di Azog. Ha qualche significato quel “Mem no Thror”?? E sopratutto può essere una frase esatta o è solo campata per aria?

  7. Grazie davvero per il vostro studio approfondito,conoscevo il significato di DU BEKAR,ma gli altri non li sapevo.Però sarebbe bello se riusciste a tradurre anche ciò che dicono i NANI DEI COLLI FERROSI durante la battaglia ( lo hobbit-La battaglia delle cinque armate) : 1) 1.09 h = c’è un nano ( per incitare l’esercito che stava per travolgere gli elfi) che dice un roba del genere : ” GANNA,DU RE DUM”, e 1 minuto dopo,appena prima di scontrarsi con gli orchi,c’è un altro nano che dice una roba simile : AKARA DUM BEKAR..ecco mi piacerebbe sapere che cosa significa –

Facci sapere cosa ne pensi, ma pensaci bene. ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...