Tolkien in Italia su Facebook: opportunità o dispersione?


Dopo quasi un mese, eccoci tornati con alcune istruzioni-per-l’uso.

Nell’ultimo anno è esploso il fenomeno delle fanpages in Italia che fanno riferimento a Tolkien e le sue opere o alle trasposizioni cinematografiche e, vista la sua versatilità e la facilità d’accesso, Facebook l’ha fatta da padrone. Alcune già pre-esistenti, altre totalmente nuove, generalmente la stragrande maggioranza delle pagine dedicate deve il proprio rinverdimento (in misura variabile), o la nascita stessa alla spinta di La Desolazione di Smaug, sia tra gli scontenti che tra gli entusiasti. Ma tutta questa visibilità e facilità d’accesso è davvero benefica, davvero favorisce la scoperta e la comprensione del Professore, oppure non è altro che l’ennesimo modo per prenderlo sottogamba e quindi perdere il proprio tempo? Nel presente articolo spieghiamo ad alcuni erranti come evitare di perdersi.

Naturalmente non si può rispondere in via assoluta, inoltre un iscritto su Facebook potrebbe non avere nessun interesse a trovare di che approfondire proprio sul social network. Dall’altra parte, è invece evidente che persone che abbiano questo interesse ce ne sono diverse ed è possibile che un appassionato volenteroso non abbia la più pallida idea di dove girarsi in mezzo a tutto il trambusto di condivisione e ri-condivisione e le centinaia di pagine e gruppi annessi che compaiono dopo la ricerca di una parola chiave. Costoro non disperino, Facebook può davvero essere un ottimo punto di partenza per trovare sedi e contenuti adeguati allo scopo.

Iniziamo allora da chi fa la parte del leone per numero di iscritti, ovvero in primis le pagine.

Le fanpages indipendenti

E’ bene subito iniziare dicendo che le più corpose pagine italiane su Tolkien e derivati arrivano anche a 25mila iscritti, ma che non hanno un intento culturale o di approfondimento. Non di rado vengono posti quesiti seri ed interessanti ai likers, ma predominano:

  • fotomontaggi e videomontaggi originali e non dai film;
  • illustrazioni e arte amatoriale oppure dipinti e sculture di artisti noti e meno noti che si applicano spesso sulla materia di Tolkien;
  • citazioni testuali dalle opere (o dai film) accompagnati da fotogrammi dai film o le illustrazioni di cui sopra e ancora video di colonne sonore o di scene dei film;
  • riferimenti a videogiochi;
  • vignette e battute correlate (di cui alcune davvero divertenti);
  • foto delle collezioni personali di utenti, o degli stessi in attività ricreative.

Anche link di appuntamenti culturali e qualche articolo di studiosi vengono postati nelle bacheche di queste pagine, ma l’impressione generale è che vengano soffocate da quelli meno impegnati, sicuramente perché trovano più assenso presso la platea (costituita anche da molti giovanissimi), ma anche per la maggiore densità di pubblicazione.

La serie Le migliori Frasi di è particolarmente fortunata, come lo è al di fuori dell’ambito Tolkien. Sono pagine soprattutto incentrate sulle citazioni (vedi sopra), anche se non si rifanno agli stessi responsabili: tra queste, quella su Il Signore degli Anelli è di notevole raccolta, costituendo la 3a pagina nazionale nel merito, con quasi 26mila iscritti. Le migliori frasi de “Lo Hobbit” è presente anche su twitter , mentre su FB ha superato i 9500 iscritti. A nostro avviso, la migliore della serie è però Le Migliori Frasi del Silmarillion che ha anche avviato un’attività web-radiofonica sul sito spreaker.com, La Voce di Arda.

Il Fantastico Mondo di J.R.R. Tolkien (oltre 28mila iscritti) detiene invece da qualche mese il primato italiano e si può infatti ritenerla una pagina simbolo per la categoria. L’amministratore/trice è sicuramente ferrata sull’argomento, viste le molte questioni non banali e anche letterarie presentate, tuttavia anche in questo caso dobbiamo riscontrare che sono discretamente sommerse dal resto.

Il SIGNORE DEGLI ANELLI: LA TRILOGIA è un’altra pagina sopra i 25mila iscritti particolarmente votata ai film, memore di un sito esterno dedicato. Anche per questa vale quanto appena sopra, generalista su tutti gli altri aspetti elencati in cima al paragrafo.

Un’altra pagina di impostazione similare è Il Secondo Mondo di Tolkien – La Terra di Mezzo (oltre 10mila) e ancora un elenco molto numeroso di realtà meno gettonate che accompagnano la pubblicazione di tali contenuti alla pubblicità con altre pagine similari, di modo che capitato su una in pochi minuti le puoi visitare tutte.
Questo tipo di pagine servono sicuramente a venire a conoscenza di qualche curiosità, più spesso relative ai film, ma non hanno come scopo (o quantomeno non accade) la diffusione dell’opera tolkieniana e la sua conoscenza critica.

Piccole perle

Tra le piccole realtà si possono comunque trovare interessanti pagine di creazione personale. E’ il caso della migliore in assoluto, credo, tra quelle disponibile nel network che si chiama (il nome dice molto) Capire e Amare il Silmarillion, dalla descrizione:

Una pagina che guidi alla comprensione semplice del capolavoro epico di Tolkien, meno noto de “Il Signore degli Anelli” a causa dell’enorme complessità e dell’assenza di trasposizioni cinematografiche. Un Universo che amerete profondamente.

Una pagina che si dice senza pretese ma che sa instillare un sincero desiderio di leggere l’opera per cui si adopera. Ben lungi dal solo citazionismo, l’autrice sta scansionando Il Silmarillion pubblicato fino a costituire una vera e propria enciclopedia sintetica a voci del testo. Un lavoro prezioso che credo abbia già portato diverse persone alla lettura del volume.
Interessante è anche la pubblicazione di Tolkieniani Italiani che, pur non privandosi di momenti scherzosi, diffonde anche informazione seria e articoli critici, sia Italiani che non.

CONCLUSIONE
sulla categoria

Salvo le poche eccezioni in chiusura, difficilmente mi sentirei di dire che queste fanpages più o meno generaliste sul tema, possano non essere dispersive. Anzi, temo proprio che alla lunga rischierebbero di far diventare ordinaria, banale, insistentemente scherzosa o aforistica una passione che magari aspetta soltanto di essere indirizzata. Ovviamente, il grosso lo fa il desiderio di un utente e il livello che gli interessa, ma si potrebbe discutere su quanto il poter arrivare a 25mila persone, di cui molti molto giovani, non debba innescare negli amministratori una riflessione sulla responsabilità nei confronti della materia e non più soltanto lo svago. Questo come puro spunto, non certo come rimprovero: d’altronde se lo svago è lo scopo, non si può chiedere altro. Tutto ciò chiama in causa un discorso più ampio (il fanatismo) che aprirebbe una parentesi troppo grande per gli scopi dell’articolo.
——————————————————————————————————————–

Tutt’altro discorso vale invece per pagine che si occupano di un aspetto specifico e che non nascono su FB ma invece vi approdano come organo secondario di un sito già a pieno regime. Ma, pur in una gestione strutturata, i casi in esame mostreranno che sarebbe pretenzioso chiedere a queste pagine la possibilità di approfondire Tolkien in modo impegnativo e complessivo. Si segnalano specialmente per rimarcarne un valore specifico.

Organi sociali di pagine specifiche

Inevitabile subito ad andare a pensare alla divisione di Badtaste.it dedicata a Lo Hobbit di Peter Jackson, per molto tempo la pagina italiana correlata a Tolkien con più seguaci, oggi seconda nella graduatoria. Si tratta cioè del primo organo d’informazione cinematografico in Italia totalmente dedicato al film e va tenuto presente che di questo si occupa, non di Tolkien in generale, pur lasciando spesso spazio anche a notizie di ambito letterario.

Menzione doverosa anche a Tolkieniano, la pagina facebook del collezionista Oronzo Cilli che parla soprattutto di collezionismo, edizioni rare in Italia e nel mondo e di cosa può insegnarci la storia dell’editoria su Tolkien.

Anche la pagina Tolkien e Dintorni, della collana Marietti, è una sicurezza sulla qualità dei contenuti, ma non ci si può aspettare una pubblicazione continua e frequente. Né d’altronde si può esigere che queste pagine, pur ordinate nella loro divulgazione, forniscano altro dai propri obiettivi.

Sembra quindi che le pagine di Facebook siano abbastanza inadatte, anche laddove di ottima fattura e gestione, ad essere sede di questo tipo d’interesse coinvolto, o almeno che nessuno, per adesso, abbia impostato una pagina a questo scopo. Perfino la pagina della Società Tolkieniana Italiana non è pensata per l’educazione o l’indirizzamento.

Ogni associazione del resto usa la propria pagina FB per propagare le proprie attività ed iniziative, com’è ovvio e lecito che sia, spesso sotto forma di link dalla propria pagina ufficiale. E’ il caso anche dell’Associazione Culturale Sentieri Tolkieniani che ha recentemente annunciato la nuova edizione di Sentieri Tolkieniani alle soglie del prossimo giugno e il ciclo di radio-conferenze Le Domeniche di Tolkien che anche quest’anno, tra Inverno e Primavera, faranno arrivare in tutta Italia tramite Radio Brea.

Grandi occasioni, anzi imperdibili. Certamente seguendo pagine FB come queste si ha sempre di che riempire l’agenda. Non per niente, ancora una volta, è dalle associazioni culturali che anche attraverso Facebook si può strappare Tolkien alla mera giocosità o al passatempo. Ma meglio ancora che attraverso le pagine, nei gruppi.

CONTINUA  verso  i  GRUPPI  >>

Hai una pagina o un gruppo che vuoi sottoporre alla nostra attenzione?
Scrivici a meditazioni.tolkieniane@gmail.com .

Annunci

3 pensieri su “Tolkien in Italia su Facebook: opportunità o dispersione?”

  1. Ora ho una visione più generale di come viene affrontato il tema tolkieniano all’interno di una piattaforma enorme come lo è Facebook. 🙂
    Ottimo articolo. Noto buoni spunti per (cercare di) migliorare la comunicazione sul gruppo dedicato a Tolkien e al suo mondo.

Facci sapere cosa ne pensi, ma pensaci bene. ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...