Le FAQs e le obiezioni su La Desolazione di Smaug


AGGIORNATE al 14 Febbraio!

La FAQs

L’immagine è l’ennesima cortesia del designer grafico Dario Crisafulli.

Se temevate di averci persi per strada, per ora potete rassicurarvi. Le nostre attività sono ultimamente rallentate ma contiamo di pubblicare più frequentemente nell’immediato futuro: sono naturalmente in arrivo le prossime sezioni dell’Opuscolo, con annessi Esami di Canonicità, ma anche altri progetti sia pensati da tempo che nuovi. Negli ultimi due mesi hanno potuto pullulare dubbi ed obiezioni alla sceneggiatura (e non soltanto) del più recente film ed io personalmente mi sono accorto che lo spettro di tali dubbi andava da pensieri personali preziosi alle più disparate sciocchezze. Naturalmente l’Opuscolo, che è pensato anche per rispondere a domande di questo tipo, non potrà contenere argomenti de La Desolazione di Smaug finché non verrà rilasciata la versione estesa del film il prossimo autunno inoltrato. Rendendomi conto però dell’urgenza ho deciso di fare uno strappo al già nebuloso piano editoriale di Meditazioni Tolkieniane e, dopo aver raccolto domande più interessanti e/o ricorrenti (purché sensate), ho deciso di anticipare alcune risposte delle più pertinenti in forma sintetica. A queste si aggiungeranno curiosità anche meno esegetiche, come problemi esclusivamente cinematografici o che hanno coinvolto il rilascio italiano.

Devo inoltre chiedere scusa per non aver completato la Critica al film. Purtroppo la mia intenzione era di non pronunciarmi sui fondamentali cinematografici prima di poter assistere alla proiezione in quel di Mestre (VE), al nuovo IMG capace di valorizzare l’HFR 3D con un sistema laser (unico nel mondo) il video e il sonoro attraverso l’impianto Dolby Atmos. In forza della mia defezione sono costretto a rivedere la Critica in una forma, a questo punto, pressoché definitiva, lasciando ad altri (più competenti invero) la divulgazione dei giudizi specifici. Le FAQs di questa pagina la concluderanno.

E’ importante innanzitutto non dimenticare mai che ci troviamo nella condizione di leggere una storia scritta in uno stile che non rende giustizia al suo valore, stando alle parole dell’autore1. Siamo cioè vincolati, per capire davvero la vera storia, a filtrare quelle strizzate d’occhio che i bambini intelligenti disapprovano, oppure a sostituirle, o modularle, se possibile, all’interno dell’economia narrativa delle Grandi Storie di Tolkien, affinché il racconto e la vicenda collimino attraverso gli stessi criteri che queste discriminano. Ed è rispetto a questo risultato che dobbiamo valutare le scelte di sceneggiatura (e non solo) di Jackson-Walsh-Boyens.

Legenda cromatica : 

  • Domanda
  • Obiezione ingenua
  • Obiezione sensata e discutibile
  • Obiezione intelligente

Le necessità di sintesi mi hanno costretto a fare ampio impiego di note a pie’ di pagina: per ridurre il fastidio di questo tipo di consultazione, ho usato dei link dinamici. Spero sia più sopportabile.

Indice

La sosta a casa di Beorn

1. L’atteggiamento ambiguo verso la Compagnia da orso a uomo. 
    1.1.
L’arrivo diverso dal libro.

2.
Di cosa parla Jackson? Il passato di Beorn. 
    2.1. Doppiaggio italiano: “per sport“.
       Aggiornamento: Alla luce di alcune info pervenutemi dagli amici di Sentieri Tolkieniani, la risposta sarebbe errata circa i meriti da attribuire ai curatori. Per saperne di più, non mancate alla manifestazione Sentieri Tolkieniani 2014.

3.
 
Troppo poco spazio. 

LE DOMANDE VERRANNO AGGIORNATE di GIORNO in GIORNO:
seguiteci assiduamente!

Vuoi sottoporci una domanda sul film? Scrivici a meditazioni.tolkieniane@gmail.com e valuteremo se darle spazio.

Annunci

4 pensieri su “Le FAQs e le obiezioni su La Desolazione di Smaug”

  1. Non è che, semplicemente, Beorn abbia voluto massacrare la compagnia per la sua indole solitaria e per il suo odio verso i visitatori?
    Secondo me in forma ursina è decisamente cosciente. Decide di aiutarli solamente quando si accorge della presenza di Azog nei pressi di casa sua, infatti domanda a Thorin del perchè Azog stesse dando loro la caccia. Oltretutto, quando restituiscono i pony, Beorn fa loro la guardia senza attaccarli, per cui penso che la natura del Beorn cinematografico coincida con quella del Beoorn “cartaceo”.
    Comunque penso che nell’EE non vedremo la parte di Beorn in cui entra in casa, credo verrà modificata (un po’ come il prologo della CDA in cui Gandalf e Bilbo si scambiano le battute passando da EE a vers cinematografica): penso che Beorn appena si ritrasforma comincerà a spaccare la legna, solo successivamente Gandalf e Bilbo lo raggiungeranno all’esterno (c’era una foto che girava di Gandalf e Bilbo), per poi tornare all’interno del casolare.

Facci sapere cosa ne pensi, ma pensaci bene. ;)

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...